Torna indietro
4816.jpg
19 Jul
icona news.png

I MODULI Q.CELLS A PROVA DI URAGANO E PROTETTI DALL'EFFETTO PID

lug 19, 2012
La prima buona notizia viene dall'Australia dove il centro di test anticiclonici dell’Università James Cook ha dimostrato che i moduli fotovoltaici di Q.CELLS sono i primi a resistere alla pressione di carichi di vento o di uragani di Categoria D. I test effettuati hanno dimostrato che tali moduli sono in grado di resistere ai cicloni di intensità più elevata, risultando adatti all’impiego in aree particolarmente esposte a venti. Le prove sono state effettuate installando su una struttura a tetto di tipo standard i moduli Q.PRO-G2 e Q.PEAK e sottoponendoli a una pressione statica continua e a un ciclo dinamico di pressione costituito, a sua volta, da oltre 10.000 cicli con livelli di intensità variabile da bassa a elevata e viceversa. Tali test hanno dimostrato che un sistema fotovoltaico con moduli Q.CELLS è in grado di sopportare le pressioni di uragani di categoria D (con velocità fino a 306 km/h), eventi che si manifestano meno di una volta ogni 1.000 anni nelle regioni della Categoria D. 
 
L'altra buona notizia proviene dalla Germania, dove il Centro Fraunhofer CSP di Halle ha confermato che i moduli di Q.CELLS sono in grado di offrire una protezione illimitata all’effetto PID. Q.CELLS ha risolto così in maniera radicale il problema della perdita di rendimento di moduli fotovoltaici dovuta al fenomeno PID. Il Centro CSP ha sottoposto 13 tipologie di moduli di altri brand a un test PID accelerato. Tutti i moduli erano provvisti di una struttura a specchio con 60 celle fotovoltaiche multicristalline da 6 pollici. Dei 13 moduli testati, nove moduli hanno dimostrato una perdita di rendimento del 90%. In media, il rendimento nominale è diminuito del 56%. Solo quattro tipi di moduli non hanno mostrato segni di alterazione.
Il modulo Q.PRO sottoposto al test non ha registrato perdite di rendimento rispetto a quanto dichiarato nelle specifiche iniziali. Insieme alle tecnologie Hot Spot Protect e al codice unico di tracciabilità presente su ogni singola cellula, la prevenzione dell’effetto PID costituisce il fulcro del sistema Yelds Security di Q.CELLS.
 
 
Cos'è l'effetto PID (Potential Induced Degradation)?

L'effetto PID rappresenta una delle influenze più negative sul rendimento energetico dei moduli fotovoltaici, causandone la perdita di efficienza quando soggetto a un voltaggio altamente negativo tra cella fotovoltaica e terreno, specialmente nel caso di grandi impianti.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti anche con finalità commerciali. Continuando a navigare o accedendo a un qualunque elemento del sito senza cambiare le impostazioni dei cookie, accetterai l’utilizzo dei cookie.
Le impostazioni dei cookie possono essere modificate in qualsiasi momento utilizzando il link Privacy presente nel sito, dal quale è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie.

 
Accetto